12/09/2017 20:03

procura

E’ stato sentito per circa un’ora questo pomeriggio in procura, a Firenze, l’altro carabiniere che viene accusato insieme ad un collega della violenza sessuale a due studentesse americane. Il militare, carabiniere scelto, si è presentato spontaneamente dal pm Ornella Galeotti, lo stesso magistrato che si occupa dell’inchiesta e da cui era andato nei giorni scorsi, per dare la sua versione dei fatti, il collega co-indagato nella stessa vicenda, un appuntato dell’Arma. Proseguono intanto gli accertamenti sulle tracce biologiche repertate sul luogo della violenza, ai fini del confronto del Dna. Si attendono anche gli esami tossicologici sui campioni ematici prelevati alle due ragazze, essenziali per stabilire se, al momento della presunta violenza, le due ragazze fossero in condizioni di minorata difesa, dovuta all’assunzione di alcolici. Intanto è stata molto apprezzata dal consolato americano l’intenzione del Comune di Firenze di collaborare e vigilare sulla procedura giudiziaria, così come la costituzione di parte civile”. Lo ha riferito il vicesindaco Cristina Giachi che abbiamo intervistato