12/09/2017 17:49

Un prezzo speciale per incentivare il turismo scolastico in Casentino e al tempo stesso promuovere l’uso del treno. LFI, gestore della linea ferroviaria regionale Stia-Arezzo-Sinalunga, in accordo con la Regione Toscana ed altri enti ha presentato un progetto per favorire le gite scolastiche nei musei del Casentino e nelle strutture divulgative del Parco e contemporaneamente promuovere un modo sostenibile ed ecologicamente più corretto di conoscere ed esplorare il territorio. Grazie ad un’intesa sottoscritta da tutti gli enti coinvolti, le scolaresche in gita potranno utilizzare il treno per tutto il giorno e su tutte le tratte della ferrovia Sinalunga-Arezzo-Stia con un biglietto a tariffa agevolata, dal costo di 3,50 euro. Obiettivo del protocollo è sviluppare un turismo sostenibile, promuovendo sia il treno, valida alternativa all’uso del mezzo privato, sia la scoperta dell’offerta culturale e formativa del Casentino, che negli ultimi anni si è andata diversificando ed evolvendo, con percorsi e laboratori didattici molto apprezzati dagli studenti. Ascoltiamo l’assessore  regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli