14/09/2018 08:20

Denis Verdini, era “l’amministratore di fatto” della Ste, la Società Toscana di Edizione che fino al 2012 ha pubblicato Il Giornale della Toscana, che fu dichiarata fallita nel 2014 e, grazie al suo ruolo, “ha realizzato un indebito arricchimento per sé e per l’amico Massimo Parisi”. Con queste motivazioni i giudici del tribunale di Firenze nel processo di primo grado che lo vedeva imputato per bancarotta fraudolenta con lo stesso Parisi e altri tre ex amministratori della Ste, hanno condannato l’ex coordinatore nazionale di Forza Italia e poi di Ala a 5 anni e 6 mesi. Cinque anni poi per Parisi, anche lui ex deputato di Forza Italia, e a entrambi anche l’interdizione perpetua dai pubblici uffici. Per Verdini, che non era in aula, arriva così un’altra condanna a Firenze: nel luglio scorso, in appello, aveva avuto una pena a 6 anni e 10 mesi per il crack del Credito cooperativo fiorentino.

Tre anni ciascuno per gli altri 3 imputati nel processo, tutti amministratori della Ste che pubblicava ‘Il Giornale della Toscana’.

Il pm Luca Turco aveva chiesto 3 anni per Verdini e 2 anni per Parisi.

“Una sentenza che non sta né in cielo, né in terra” ha commentato Verdini, aggiungendo: “non si è mai visto, in un processo per bancarotta fraudolenta, il raddoppio della pena richiesta dei pubblici ministeri.”  a.c.