31/10/2018 15:32

Ammonta a circa 1.400 euro la cifra raccolta sabato scorso con la “Cena di solidarietà” di Sticciano. L’iniziativa, promossa dalla Pro loco del posto, in collaborazione con il centro sociale, la sezione locale Avis e gli Usi civici ha l’obiettivo di raccogliere fondi da destinare al servizio professionale del Coeso Società della Salute per finanziare interventi che non rientrano nei livelli essenziali di assistenza. “La cena di sabato non è l’unico evento di raccolta fondi – spiega il presidente della Pro loco Paolo Bischeri – ma siamo soddisfatti del risultato raggiunto”. Avviata nel 2010 questa esperienza di auto mutuo aiuto, dove i cittadini di una comunità aiutano i compaesani in difficoltà, ha avuto un buon successo. “E ha permesso di finanziare attività che i servizi sociali non avrebbero potuto sostenere”, spiega Fabrizio Boldrini, direttore del Coeso. “Contributi per l’acquisto di libri, ore aggiuntive di assistenza domestica, accompagnamento delle persone anziane per il disbrigo di pratiche e molto altro. La decisione poi di affidare il denaro raccolto al servizio sociale professionale garantisce un uso appropriato delle risorse e tutela l’anonimato di chi riceve l’aiuto”.