13/02/2019 18:31

I sindacati Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uil trasporti Toscana hanno indetto un pacchetto di 12 ore di sciopero per la vicenda della Cft, che occupa 2.500 lavoratori tra le province di Firenze, Pisa, Lucca e Livorno. Tra le richieste fatte nel corso della riunione di oggi al tavolo di crisi della Regione, si legge in una nota firmata dalle tre sigle, il “pagamento pieno delle retribuzioni correnti dei lavoratori alle scadenze previste, la trasparenza del piano industriale volto al rilancio della cooperativa e l’appello alle istituzioni e al prefetto per la risoluzione della vertenza in tempi brevi”.

L’azienda, chiariscono i sindacati, ha comunicato che “al momento potrà garantire solo una parte delle retribuzioni del mese di gennaio, dovute ai lavoratori, attivandosi per l’erogazione il giorno 15 febbraio prossimo, ed esprimendo la volontà di attivarsi immediatamente per ottenere l’autorizzazione per utilizzare le risorse disponibili in cassa, utili al saldo delle retribuzioni”. Per questo è stato indetto lo sciopero di 12 ore: il tavolo in sede regionale è riconvocato per il 21 febbraio alle 16. a.c.