17/05/2019 17:07

E’ tornato in libertà il 45enne di Scandicci, in provincia di Firenze, che il 9 maggio scorso era stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di sequestro di persona per essersi barricato in casa con la figlia di otto anni rifiutando di consegnarla alla madre, come invece era stato stabilito dal giudice. Il gip di Firenze non ha infatti convalidato l’arresto e ne ha disposto l’immediata liberazione. Il giudice avrebbe motivato la decisione spiegando che nell’occasione la bambina non aveva espresso dissenso, né esplicito né implicito, a restare nella casa del padre. Il pm ha comunque presentato ricorso in Cassazione contro la non convalida dell’arresto, e ha presentato appello al Tribunale del Riesame contro la mancata applicazione della misura cautelare della custodia in carcere. Sempre in base a quanto emerso, al momento il tribunale civile ha disposto in via d’urgenza per la bambina l’affidamento temporaneo esclusivo alla madre. La donna e la piccola si trovano adesso in una località protetta