10/10/2019 16:51

Ieri un detenuto recluso nel carcere di San Gimignano (Siena), nel reparto media sicurezza, “in evidente stato di ebbrezza, senza ragionevole motivo ha aggredito tre agenti della polizia penitenziaria”, tutti poi ricorsi alle cure mediche: il più grave ha riportato 30 giorni di prognosi per lo schiacciamento di una vertebra, gli altri due 7 e 8 giorni per lesioni della spalla. E’ quanto rende noto il sindacato Osapp che chiede l’intervento del ministro Bonafede anche per quanto accaduto, sempre ieri, nel carcere di Prato: durante l’ora di socialità è scoppiata una rissa tra reclusi e alcuni agenti interventi sono stati aggrediti. Tra questi, spiega Osapp, un “poliziotto ha riportato la frattura dello zigomo e gli sono stati applicati 9 punti di sutura”. Sentiamo l’ispettore Salvatore Virgilio della Fns-Cisl in servizio a San Gimignano