07/11/2019 12:00

Condanna definitiva della Cassazione per Rodolfo Fiesoli, 78 anni, il “profeta” e fondatore della comunità “Il Forteto”. Ieri sera, dopo la sentenza della Suprema Corte, Fiesoli si è consegnato ai Carabinieri di Padova. Dovrà scontare 14 anni e 10 mesi di carcere.

L’uomo, che fino alla sera prima si trovava nella residenza sanitaria per anziani Sanatrix di Aulla (Massa Carrara) si è recato nella città veneta, nella quale avrebbe voluto scontare la pena.

Definitiva, dopo la sentenza, è anche la condanna a 6 anni e quattro mesi per Daniela Tardani, una delle madri affidatarie.

Intanto oggi il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, a Firenze per il convegno dei notai, ha parlato così della vicenda del Forteto