14/02/2020 13:57

Pensavano di fare una bravata violando con un ‘trojan’ , il dispositivo usato anche per le intercettazioni, i computer dei professori della loro scuola di Grosseto per cancellare le assenze dal registro elettronico di classe. Ma ora 10 liceali tutti minorenni all’epoca dei fatti rischiano da 1 a 4 anni di reclusione (pena dimezzata per l’età) perché, di fatto, si sono trasformati in hacker e la polizia postale di Grosseto li ha scoperti. Il pm ha notificato l’avviso di conclusione delle indagini a 10 studenti imputati, a vario titolo, di accesso abusivo a sistemi informatici, falsità materiale in atti pubblici, danneggiamento di banche dati dello Stato