25/11/2014 08:41

rapido 904 bis

E’ iniziato oggi in aula bunker a Firenze il processo al boss di Cosa nostra Totò Riina, accusato di essere il mandante della strage del rapido 904, che il 23 dicembre 1984 costò la vita a 16 persone.

Fra i testimoni che il pm chiederà che vengano ascoltati c’è il pentito Giovanni Brusca.

Nella lista che sarà presentata dalla difesa c’è il sottosegretario con delega all’intelligence, Marco Minniti.

Per l’accusa, sostenuta dal pm fiorentino Angela Pietroiusti, “nella sua qualità di capo indiscusso” di Cosa nostra, Riina fu l'”istigatore della strage, da lui programmata e decisa” e che venne realizzata impiegando esplosivo e telecomandi usati anche nelle successive stragi, “in primis” quella di via D’Amelio.

Difesa e accusa discuteranno, fra l’altro, delle liste testi che hanno depositato e dell’ammissione di altre prove, fra cui le sentenze già passate in giudicato.  a.c.