04/06/2014 15:58

Potrebbe slittare di quattro o cinque giorni la data per la presentazione delle offerte vincolanti per l’acquisizione della Lucchini di Piombino che era stata fissata per il 18 giugno prossimo. E’ quanto si apprende da fonti esterne all’azienda. Intanto il gruppo indiano Jindal è in questi giorni a Piombino per compiere una serie di verifiche utili a presentare l’offerta per rilevare Lucchini. In un comunicato, firmato da Fim-Fiom e Uil con la rsu Lucchini, le organizzazioni sindacali ‘auspicano’ di poter incontrare quanto prima il presidente del gruppo Jndal, Sajjan Jandal, per “conoscere le loro intenzioni e per illustrare l’opportunità di un ciclo integrale come quello di Piombino”. Il sindacato chiede la “ripresa della produzione dell’altoforno. Questa condizione – si legge nella nota – deve essere supportata da istituzioni e governo, oltre all’avvio immediato della costruzione di un forno elettrico e di un corex, necessari per la produzione delle rotaie che altrimenti perderemmo con la nostra assenza dai mercati”.

Open chat
Powered by