04/07/2016 12:09

Avevano parcheggiato l’auto in uno spazio non consentito dagli accordi di condominio, tanto è bastato per far scoppiare una lite finita con uno degli occupanti della vettura aggredito a colpi di candelabro con ferite giudicate guaribili in 10 giorni. E’ accaduto a Montepulciano. L’aggressore, un 58enne con precedenti, è stato arrestato. L’uomo di Montepulciano, ma originario della Calabria, si è scagliato contro gli occupanti dell’auto, due cittadini di origini bulgare, anch’essi residenti a Montepulciano, di 62 e 38 anni. La colluttazione dal cortile del condominio si è poi spostata davanti all’appartamento di una signora che, allarmata dalle grida, ha aperto la porta di casa. E’ stato in quel momento che il 58enne ha afferrato un candelabro di cristallo e lo ha spaccato in testa al 62enne. La rissa è stata poi sedata dai Carabinieri allertati dalla telefonata di un altro condomino