21/02/2017 17:37

Proseguono su tutto il territorio nazionale le ricerche dei tre romeni evasi ieri sera dal carcere fiorentino di Sollicciano. I carabinieri hanno effettuato controlli in tutti i possibili covi in cui i tre, finiti in cella i primi di febbraio con l’accusa di far parte di un’organizzazione specializzata in furti, avrebbero potuto trovare rifugio. Le verifiche, dalle quali non sarebbero emersi elementi utili alle ricerche, sono state effettuate nelle abitazioni di altri complici arrestati insieme a loro, di amici e parenti, e nelle baracche in zona Peretola, alla periferia Nord di Firenze, che i tre – tutti in Italia senza fissa dimora – avevano scelto come rifugio negli ultimi mesi. Al vaglio dei militari, che stanno effettuando accertamenti insieme agli agenti di polizia penitenziaria, anche le immagini girate dalle telecamere di sorveglianza della zona, che potrebbero fornire informazioni utili per individuare la direzione di fuga dei malviventi. Non è escluso che i fuggiaschi si siano allontanati su un’auto guidata da un complice, o che ne abbiano rubata una loro stessi per allontanarsi. Per questo motivo, gli investigatori hanno passato in rassegna anche le denunce di furti di auto presentate nelle ultime ore nel territorio di Firenze. Sentiamo Fabrizio Ciuffini della Federazione Nazionale Sicurezza della Cisl