10/03/2017 10:28

“Vi chiedo, nel rispetto dei ruoli istituzionali e del lavoro parlamentare di contribuire a rappresentare le nostre istanze presso il Ministro, nella speranza di un esito positivo di questa lunga e travagliata vicenda”. E’ quanto scrive il sindaco di Sesto Fiorentino Lorenzo Falchi nella lettera inviata ieri ai parlamentari toscani delle Commissioni cultura di Camera e Senato, ai quali il primo cittadino si rivolge per rafforzare la richiesta di acquisizione da parte del Mibact del Museo di Doccia.

“Il canale con il Ministero è aperto e siamo fiduciosi di ricevere una risposta – spiega il sindaco – Il problema è che il Museo non può più aspettare ed è necessario che tutte le istituzioni, a tutti i livelli, siano coinvolte. L’acquisizione da parte dello Stato sarebbe un atto straordinario, di grande lungimiranza per lo sviluppo e la valorizzazione del patrimonio culturale. Per questo è necessario che le istituzioni, a tutti i livelli, cooperino per arrivare ad una scelta che, giocoforza, deve essere politica, al di là delle divisioni e delle appartenenze”.