30/03/2017 11:01

Via libera ieri della giunta di Palazzo Vecchio, su proposta dell’assessore allo Sviluppo economico Cecilia Del Re, all’intesa tra Comune e Regione che fa da ‘accordo quadro’ al blocco per tre anni delle aperture di nuovi esercizi alimentari e di somministrazione nel centro storico di Firenze. La delibera di modifica al regolamento Unesco si basa sul decreto legislativo 222 del 2016 ma anche sul piano di gestione dell’Unesco che il Comune di Firenze ha approvato nel 2016.
“Un passaggio importante che ha registrato unanimità di vedute tra i vari soggetti coinvolti – ha detto l’assessore Del Re -. Una condivisione di intenti, programmazione e azioni tra Comune di Firenze e Regione Toscana, ma anche piena sintonia con la Soprintendenza e le associazioni di categoria sullo stop per tre anni delle nuove aperture. Con il regolamento approvato lo scorso anno – ha spiegato Del Re – avevamo provato a innalzare la qualità del commercio alimentare e della somministrazione e a mettere un freno al proliferare delle nuove aperture, attraverso una Scia rafforzata e una procedura di deroga. Nonostante questi vincoli diversificati, però, le aperture hanno continuato ad aumentare, superando in media nel 2016 quelle dei cinque anni precedenti. A conferma di un’area sempre più oggetto di attrazione. Per questo, abbiamo deciso di introdurre una misura più forte come il blocco delle aperture per tre anni”.