03/10/2017 16:06

Il Nobel per la Fisica 2017 è stato assegnato a Kip Thorne, Barry Barish e Rainer Weiss per la scoperta delle onde gravitazionali. Sono state menzionate le collaborazioni internazionali Ligo e Virgo. Virgo, appunto, è il laboratorio di Cascina, in provincia di Pisa, dove si trova l’interferometro che, solo pochi giorni fa è stato centrale nella misurazione del primo segnale delle onde gravitazionali dalla rete globale che le «ascolta», formata dai due rivelatori americani e, appunto, da quello italiano. Riconosciuto il contributo del papà italiano di Virgo. L’italiano Adalberto Giazotto, papà del rivelatore Virgo, non fa parte della terna dei Nobel per la Fisica 2017. Tutta la comunità scientifica italiana lo sperava, ma era chiaro fin dall’inizio che sarebbe stato davvero difficile vedere il suo nome tra i premiati. Tuttavia, per i fisici italiani, il premio ha comunque «riconosciuto l’importanza del contributo scientifico di Giazotto». Lo ha detto il direttore dell’Osservatorio Europeo Gravitazionale (Eso), Federico Ferrini, che noi di Radio Toscana abbiamo intervistato