07/02/2018 19:48

La polizia municipale ha individuato un appartamento in pieno centro dove venivano applicati i marchi di note etichette della moda a borse, giacconi, scarpe e vari capi d’abbigliamento.

Finora una persona, di origine senegalese, è stata denunciata, ma le indagini, dirette dalla procura, sono in corso per accertare eventuali ulteriori responsabilità.

I capi contraffatti infatti finivano in vendita sia nei canali del commercio ambulante sia in alcuni negozi.

L’operazione della polizia municipale ha permesso di sorprendere sei africani che dormivano e lavoravano all’interno dell’appartamento trasformato in un autentico laboratorio del falso.

I vigili hanno sequestrato 10.000 etichette e altri oggetti contraffatti dei più noti marchi italiani ed esteri, ma anche ganci per cerniere e tanti altri loghi, sedici paia di scarpe, felpe, giubbotti, borse e marsupi, cinque macchine per cucire e numerosi filati.