14/03/2018 18:31

Firenze ha dato l’ultimo saluto all”Uomo del Sorriso’: così l’imam Izzedin Elzir ha definito stamani, durante il rito funebre tenuto alle cappelle del Commiato, Idy Diene, l’ambulante senegalese ucciso il 5 marzo scorso sul ponte Vespucci dal pensionato fiorentino Roberto Pirrone, che lo ha freddato a colpi di pistola.

Una folla commossa di svariate decine di persone ha preso parte alla celebrazione. A rendere omaggio alla salma di Idy (che verrà trasferita in Senegal dove nei prossimi giorni si celebreranno i funerali) e ad abbracciare la moglie e il fratello, Rockhaya e Aliou, anche il sindaco Dario Nardella insieme ai suoi assessori, l’arcivescovo Giuseppe Betori e il rabbino della comunità ebraica Amedeo Spagnoletto.