02/10/2018 17:32

Spento l’incendio, sui Monti Pisani (e a valle)  tocca adesso agli interventi di bonifica e salvaguardia. La giunta regionale ha stanziato un milione e mezzo di euro, da spendere entro la fine dell’anno. E stamani il presidente della Toscana Enrico Rossi ha fatto il punto assieme agli assessori competenti, ai tecnici e i responsabili dell’anticendio boschivo regionale, e i sindaci dei comuni interessati. Si stima che per la ricostituzione dei quasi mille e quattrocento ettari bruciati serviranno 8 milioni e mezzo di euro. Parallelamente la Regione sta raccogliendo dalle amministrazioni comunali l’elenco dei danni provocati dal rogo, per poi richiedere lo stato di emergenza nazionale.  Entro una settimana la delibera di dettaglio sarà pronta. Intanto le risorse stanziate serviranno per i lavori di somma urgenza: 850 mila finanzieranno gli interventi forestali e di  ripulitura, altri 350 mila i lavori che i consorzi realizzeranno a valle attorno ai corsi d’acqua, come ha spiegato l’assessore regionale all’agricoltura Marco Remaschi.