14/11/2018 10:33

Un accordo tra Comune di Firenze e Keesy Srl per il pagamento e la riscossione dell’imposta di soggiorno dal settore extra alberghiero. E’ quanto approvato ieri in giunta grazie ad una delibera dell’assessore al bilancio Lorenzo Perra che prevede che la società Keesy, a partire dal 1 gennaio 2019, diventi ‘collettore dell’imposta’, cioè si occupi direttamente della riscossione e del versamento al Comune dell’imposta di soggiorno. Keesy è una start-up fiorentina che opera nel settore dei servizi digitali legati all’home sharing offrendo il primo servizio di self check-in e self check-out completamente automatizzato disponibile tutti i giorni, 24 ore su 24 per appartamenti, case vacanza, B&B, residence e affittacamere. “Dopo l’accordo firmato con Airbnb – ha detto l’assessore Perra – oggi ampliamo la collaborazione con la piattaforma Keesy.  E’ importante che tutti i turisti contribuiscano al finanziamento dei servizi pubblici della città”. “Un riconoscimento ufficiale davvero molto importante per Keesy – ha dichiarato Patrizio Donnini, CEO e founder di Keesy –  la collaborazione con il Comune di Firenze è stata forte fin da subito e con questo accordo rendiamo ancora più veloce e facile la procedura di versamento nelle casse del Comune dell’imposta di soggiorno riscossa. E’ un privilegio poter offrire un servizio ai proprietari/gestori che utilizzano Keesy e allo stesso tempo alla città di Firenze”. L’accordo, appena approvato in giunta, sarà sottoscritto nei prossimi giorni e diventerà operativo dal 1 gennaio 2019, a titolo sperimentale per un anno.