04/07/2014 15:25

Cinesi immigrati irregolari impiegati come operai agricoli in azienda della Valdichiana senese, pagati meno di tre euro l’ora per lavorare circa 11 ore al giorno. A scoprilo sono stati i carabinieri di Sinalunga. Due le persone denunciate: il proprietario dell’azienda agricola e un cinese residente a Prato. I lavoratori a nero sarebbero stati reclutati da alcuni connazionali a Firenze e gli ortaggi e le verdure coltivate nell’azienda agricola venivano venduti nei mercati di Firenze e Prato. L’operazione dei militari è scattata dopo alcune settimane di indagini. Per i tre cinesi irregolari è scattato il provvedimento di espulsione. Oltre alle due denunce è scattata anche una sanzione amministrativa per oltre 15mila euro.  s.f.

Open chat
Powered by