19/12/2018 15:45

Proprio nel giorno dell’arresto del piromane presunto autore del rogo sul Monte Serra dello scorso settembre, Toscana Aeroporti, società di gestione unica degli scali di Pisa e Firenze, e la Magistratura San Marco, una delle 12 storiche magistrature del tradizionale Gioco del Ponte, la manifestazione storica pisana, hanno annunciato di aver donato 2 mila piante di ulivo da destinare al ripopolamento delle aree del Monte Serra interessate dagli incendi boschivi. L’aeroporto pisano sorge proprio nel territrio della Magistratura di San Marco.
Il progetto, spiega una nota di Toscana aeroporti, “ha l’obiettivo di contribuire alla valorizzazione ambientale e alla riqualificazione delle aree interessate dagli incendi che hanno colpito i monti pisani, in particolare le zone del Monte Serra, nel comune di Calci: per questo Toscana Aeroporti e la Magistratura di San Marco metteranno a disposizione dei soggetti le cui proprietà sono state danneggiate dagli incendi, 2.000 piante di ulivo da destinare al ripopolamento degli uliveti andati distrutti”