15/07/2019 11:54

Sette proposte per lo sviluppo per la Toscana, che sia ecocompatibile e che si coniughi con strategie di sviluppo urbano senza comportare nuovo consumo di suolo; proposte legate ad un’intesa con le parti sociali. È quanto proposto dal presidente della Regione Enrico Rossi con la firma dell'”Intesa per lo sviluppo della Toscana”. Complessivamente sono 15 i soggetti dell’economia e della società toscane che sono stati invitati alla firma: Unioncamere Toscana, Confesercenti Toscana, Confcommercio Toscana, Cna Toscana, Confartigianato Toscana, Casartigiani Toscana, Camera di Commercio di Firenze, Conservizi Cispel Toscana, Confapi Toscana Pmi, Confindustria Toscana, Cgil Toscana, Cisl Toscana, Uil Toscana, Legacoop Toscana, Confcooperative Toscana, Associazione Generale Cooperative Italiane Toscana. Le realtà del mondo agricolo saranno coinvolte in uno specifico tavolo sul settore. Investimenti pubblici e privati e sulle grandi opere, occupazione, Industria 4.0, sviluppo dell’economia circolare sono alcuni punti messi in evidenza nell’intesa.

Di questo accordo ha parlato il presidente Rossi.