22/07/2019 17:49

Pesantissimi disagi oggi per la circolazione ferroviaria, con ripercussioni in mezza Italia per l’incendio doloso appiccato con del liquido infiammabile in corrispondenza di tre pozzetti lungo i binari tra Campo di Marte e Rovezzano, che ha danneggiato le canalette per la trasmissione dei dati. Un’azione studiata per provocare un danno importante in un centro nevralgico del traffico ferroviario nazionale. Fin dalle 5 di stamani il traffico ferroviario sulle linee direttissima e convenzionale Roma-Firenze è stato sospeso tra Rovezzano e Campo di Marte. Il traffico è ripartito, con “marcia a vista”, intorno alle 8. 30 i treni ad alta velocità cancellati. La circolazione sulla ‘Direttissima’ Roma-Firenze è tornata gradualmente a pieno ritmo dopo mezzogiorno. Gravissimi i ritardi e numerose le cancellazioni anche per la linea convenzionale. Per il trasporto regionale, interessati in particolare i collegamenti fra Firenze, Arezzo e il Valdarno e fra Firenze e Borgo San Lorenzo via Pontassieve.

L’incendio cade in coincidenza con una giornata particolare: oggi a Firenze era in programma la presenza del ministro Salvini e attesa la sentenza per la bomba di Capodanno del 2017, processo che vede imputati 28 anarchici. E proprio nelle ultime ore è tornata a salire la tensione attorno all’alta velocità, con nuove violenze a Chiomonte, in Val di Susa, sul cantiere Tav.

Già nel dicembre 2014 la zona della stazione di Rovezzano aveva visto un tentativo, in quell’occasione fallito, di bloccare il traffico ferroviario, appiccando un incendio a pozzetti elettrici all’esterno della galleria di San Donato.  

Ascolta la reazione del ministro dell’Interno, Matteo Salvini

Ascolta la reazione del sindaco di Firenze, Dario Nardella