26/07/2019 15:26

Un gruppo di operai di origine pachistana di una stamperia, una fabbrica con 50 dipendenti a conduzione cinese la cui sede è a Montemurlo (Prato), ha denunciato pubblicamente di aver ricevuto minacce di morte dal titolare della ditta a seguito della richiesta di compensazione della retribuzione per cui sette lavoratori hanno fatto domanda. I dipendenti che protestano, tutti iscritti al sindacato SiCobas, hanno annunciato che sporgeranno formale querela nelle prossime ore.