27/08/2019 17:09

Accertamenti sono in corso da parte dell’Asl Toscana Centro relativamente a un caso sospetto di West Nile, virus conosciuto anche come febbre del Nilo, registrato a Firenze. Il caso, come riportato oggi sulle pagine del quotidiano La Nazione, è stato segnalato dall’azienda sanitaria ma non ancora confermato dall’Istituto superiore di sanità (Iss). Gli esami sul paziente, che presenta sintomi compatibili con questa patologia, sono in corso. Secondo quanto precisato in una nota, nel 2019 e nel 2018 non sono stati registrati casi di West Nile nel territorio di competenza dell’Asl Toscana Centro. Il virus, si ricorda, è trasmesso dalla puntura delle zanzare comuni (Culex pipiens) e causa generalmente sintomi lievi che possono passare inosservati, ma in persone anziane o in soggetti a rischio può provocare una malattia grave e potenzialmente mortale, con meningite e encefalite. E’ presente in Italia e in molti paesi europei e di altri continenti. La malattia è più frequente in autunno e in estate quando le zanzare sono più attive. Ad oggi non sono disponibili vaccini o terapie preventive.