14/07/2014 17:32

Omicidio volontario e rapina le accuse che avevano portato al fermo da parte dei carabinieri del 15enne romeno, oggi convalidato dal gip del tribunale dei minori, nell’ambito delle indagini sulla morte di Ezio Taddei, l’imprenditore di 78 anni trovato senza vita nel parco delle Cascine a Firenze.

Il ragazzo era stato fermato la scorsa settimana ma era riuscito ad evadere sabato sera, eludendo la sorveglianza di un istituto di accoglienza dove si trovava in attesa della convalida del fermo: il giovane era stato poi rintracciato e fermato nuovamente poche ore dopo.

Avrebbe aggredito l’anziano nel corso di un rapporto sessuale a pagamento poiché l’uomo pretendeva una prestazione ulteriore rispetto a quanto concordato.

I carabinieri spiegano inoltre come siano “tuttora in corso accertamenti al fine di verificare le responsabilità degli altri soggetti coinvolti nella vicenda, uno dei quali già ristretto nel carcere di Sollicciano” ricorda una nota dell’Arma, riferendosi al 28enne fermato già una decina di giorni fa, anche lui di nazionalità rumena, che si trova nel carcere di Sollicciano.  a.c.

Open chat
Powered by