06/09/2019 10:54

Il nome dell’assassino della 60enne Maria Aparecida Venancio de Sousa, trovata lo scorso 26 agosto legata al letto e con una lesione alla testa in una casa di via Della Robbia ad Arezzo, potrebbe arrivare anche dalla comparazione del dna di alcuni profili sospetti con le banche dati nazionali. Una volta esaminato il materiale raccolto nell’appartamento e isolati alcuni profili, sono partite in queste ore le comparazioni con le persone schedate. In questi giorni intanto dalla squadra mobile di Arezzo è stato dato un nome e un indirizzo a molti dei contatti contenuti nel cellulare della donna e sono state ascoltate persone che la conoscevano.