04/10/2019 16:35

“Con questo simbolico gesto esprimiamo l’amore che tutti gli italiani hanno per te. Vigila Francesco sul nostro popolo, veglia sulle sorti dell’Italia, guarda con benevolenza la nostra Toscana, benedici i lavoratori, dona loro prosperità e pace”: lo ha detto stamani ad Assisi il sindaco di Firenze, Dario Nardella, durante l’accensione della lampada votiva che arde sulla tomba di San Francesco. In occasione della festa del Poverello Patrono d’Italia, quest’anno infatti ad offrire l’olio che alimenta la fiamma è stata la Toscana, a nome dell’Italia intera. “Francesco ci insegna il richiamo alla minorità, al farsi piccolo per riconoscere la presenza di Dio”: è uno dei passaggi dell’omelia pronunciata dal cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze, durante la celebrazione nella Basilica superiore. Sentiamo l’arcivescovo di Firenze