17/07/2014 18:21

Sono quasi 18mila i toscani che aspettano di usufruire della Cassa integrazione in deroga: il dato è stato reso noto oggi dalla Cisl regionale, secondo cui dal 31 agosto questi lavoratori rischiano di rimanere senza ammortizzatori se il Governo non interverrà.
Secondo il sindacato sono rimaste finora escluse dalla copertura finanziaria le 7.092 domande presentate nel 2014, che provengono da 3.896 imprese e riguardano 17.882 lavoratori, per il 48% donne. Il maggior numero di lavoratori interessati vive a Firenze (3.676), Pistoia (2.366), Lucca (2.230) e Pisa (2.054), ed è per il 39% occupato nel settore manifatturiero, per il 18% nel commercio, l’8% nelle costruzioni, il 12% nel noleggio, agenzie di viaggio e servizi alle imprese e 4% nei servizi di alloggio e ristorazione. I pagamenti della cassa integrazione avvengono con un ritardo medio di 6-8 mesi.

Open chat
Powered by