10/12/2019 15:45

Fasci di luce ‘catturano’ e studiano le cellule per contrastare il diabete. E’ il risultato di uno studio della Normale di Pisa e dell’Azienda ospedaliero universitaria pisana premiato dall’Unione europea con un grant da 2 milioni di euro. “I fasci di luce – spiega una nota della Normale – verranno lanciati in orbita attorno alle strutture di interesse, senza più lasciarle, per studiarle con una precisione mai raggiunta prima”. “Come un satellite che gira intorno al suo pianeta – precisa Francesco Cardarelli, professore associato in Fisica applicata alla Scuola Normale – solo che il pianeta è microscopico e il satellite è la punta di un fascio di luce laser. E non è la forza di gravità a tenerlo in orbita, ma i segnali stessi captati dal nuovo sistema di riferimento”. Una strategia innovativa che sarà applicata al granulo di insulina, struttura microscopica deputata alla regolazione dei livelli di glucosio nel sangue e il cui malfunzionamento costituisce un fattore distintivo nella fisiopatologia del diabete.