16/12/2019 10:35

“Sono state 277 le persone ospitate questa notte nei centri d’accoglienza allestiti in Mugello”, più che raddoppiate rispetto alla notte precedente, dopo la scossa di magnitudo 3.0 registrata sabato pomeriggio. Lo rende noto il consigliere metropolitano delegato alla Protezione civile Massimo Fratini. “La scossa di magnitudo 3 che nel pomeriggio di sabato è stata avvertita dalla popolazione ha comprensibilmente generato preoccupazione – sottolinea Fratini in una nota -. La notte di venerdì nelle strutture si erano fermati in 104. Sulla base dei dati della Sala di Protezione civile della Metrocittà, la notte tra sabato e domenica 128 persone sono state ospitate nei locali dell’Autodromo, 44 nella scuola di San Piero a Sieve e 105 nella palestra della scuola media di Barberino in via Agresti. Le strutture continuano per ora a restare aperte”.

Quadri e beni d’arte di alcune chiese in Mugello colpite dal terremoto del 9 dicembre saranno trasferite dai carabinieri del Nucleo patrimonio culturale di Firenze in un deposito dell’Arcidiocesi. Il trasferimento sarà effettuato con l’ausilio dei vigili del fuoco e al personale del Mibact, il Ministero dei beni culturali. Il trasferimento sarà effettuato oggi e le chiese interessate sono quella di San Michele di Scarperia e San Piero e la Badia a Vigesimo di Barberino di Mugello. Il trasferimento è stato deciso dopo il sopralluogo effettuato il 12 dicembre scorso con i Vigili del Fuoco.