31/01/2020 17:08

“Entro il 28 febbraio saranno ultimate tutte le perizie sulle unità immobiliari del Mugello danneggiate dal sisma del 9 dicembre scorso e questo consentirà di avere un quadro esaustivo sulla situazione”. Così Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana nonché commissario per la ricostruzione, oggi pomeriggio a Scarperia, poi a Barberino, i due comuni maggiormente colpiti dal sisma. Rossi ha partecipato a due assemblee con la popolazione nelle quali è stato presentato il percorso da seguire per ottenere il contributo da parte di coloro che hanno subìto danni a causa del terremoto. Presenti i sindaci di Scarperia e San Piero, Federico Ignesti e di Barberino, Giampiero Mongatti. Avere una fotografia dettagliata di questo tipo, poi, permetterà, di attivare la fase due, ovvero l’avvio della ricostruzione vera e propria. Per velocizzare la ristrutturazione degli immobili, le domande vanno presentate entro il 28 febbraio ai comuni di appartenenza, tramite l’ufficio locale del Commissario e vanno controfirmate da un professionista abilitato, che dovrà descrivere i lavori necessari al ripristino e il loro costo. Si stima che gli aventi diritto a richiedere i contributi previsti dalla legge siano circa 800, la maggior parte dei quali residenti a Barberino e che gli edifici interessati siano in tutto oltre 140.
Maggiori e più dettagliate informazioni possono essere reperite sul sito del Commissario: www.regione.toscana.it/sisma2019