01/02/2020 11:42

“Preoccupano i numerosi decessi per overdose, ancora tanti, verificatisi negli ultimi mesi: sono state ben 11 le morti per overdose nel 2018 e altre 9 nel 2019”. Lo ha detto il procuratore generale di Firenze, Marcello Viola, parlando all’inaugurazione dell’anno giudiziario. “In molti casi – ha precisato – la causa è da attribuire all’assunzione di eroina, droga che, dopo anni di sostanziale assenza dal mercato, è tornata purtroppo ad essere largamente diffusa, anche tra i giovanissimi, spesso con principio attivo assai elevato”. “La vigente disciplina normativa in materia di stupefacenti – ha affermato ancora il procuratore generale – ha sicuramente affievolito il regime punitivo e non assicura nemmeno adeguata capacità repressiva, né idonea attitudine preventiva”. Il pg Viola ha poi sottolineato come nell’ultimo anno si sia registrato un’aumento “dei reati connessi allo spaccio e al consumo di sostanze stupefacenti”, con un incremento dell’11% delle persone finite sotto indagine per questo tipo di reati. “Dalla articolata relazione del procuratore per i minorenni – ha aggiunto ancora Viola – emerge la significativa e preoccupante crescita dei reati posti in essere da soggetti di età minore, anche in tema di stupefacenti, laddove lo spaccio avviene per lo più a scuola e serve ai giovani per finanziare l’acquisto di droghe da utilizzare per uso personale”