04/03/2020 14:20

Tre carabinieri feriti nelle ultime ore a Prato in due distinti episodi, uno di furto e l’altro di spaccio. E’ successo mentre procedevano all’arresto in flagranza di malviventi i quali hanno reagito ingaggiando colluttazioni coi militari.
Il primo episodio c’è stato in via Guido Monaco quando al 112 un cittadino segnalava che due ladri di rame stavano smontando le gronde di un capannone in ristrutturazione per rubarle. Tra l’altro il proprietario aveva denunciato un analogo furto nelle settimane precedenti. Due ‘gazzelle’ del radiomobile di Prato hanno operato nella flagranza l’arresto di uno dei due, un 41enne nato e residente a Pistoia, mentre l’altro è riuscito a scappare dopo una rocambolesca fuga sui tetti degli edifici limitrofi. Dalla colluttazione col 41enne un carabiniere ha riportato una lesione a una mano con 7 giorni di prognosi.
Il secondo episodio ha riguardato i carabinieri della Tenenza di Montemurlo in servizio di contrasto allo spaccio di stupefacenti in via Fra Bartolomeo dove, nel pomeriggio di ieri, hanno tratto in arrestato un nigeriano 32enne, incensurato e regolare sul territorio italiano, colto in flagranza mentre spacciava a un giovane pratese. Anche in questo caso l’arrestato ha avuto una reazione violenta e si è scagliato contro i due militari intervenuti procurando loro lesioni curate al pronto soccorso dell’ospedale di Prato e giudicate con prognosi di giorni 7 per entrambi.