22/10/2020 13:04

Jonathan Canini è il nuovo asso toscano della comicità e “Cappuccetto rozzo” è il suo cavallo di battaglia. In programma giovedì 22 ottobre al Tuscany Hall, data ripresa dalla precedentemente annunciata al Teatro Puccini per lo scorso 6 maggio, è in replica sabato 5 dicembre. Lo spettacolo rivisita la nota favola, “trascinando” in Toscana i suoi personaggi: lucchese il lupo, fiorentina la protagonista, livornese la nonna, pisano il cacciatore…

La data dello spettacolo prevista al Teatro Puccini per il 6 maggio 2020 effettuerà due repliche; la prima giovedì 22 ottobre ore 20,45 e la seconda domenica 25 ottobre alle 16,45. In questo modo sarà possibile ridurre la capienza del Tuscany Hall a circa 260 posti aumentando considerevolmente il distanziamento sociale a tutela degli spettatori.   Il raddoppio delle repliche consentirà di svolgere lo spettacolo in completa sicurezza garantendo la distanza tra gli spettatori

Alla storia originale si sovrappongono così vernacoli e questioni di campanile, in un’esilarante botta e risposta che rivela il talento di Jonathan Canini, ideatore e regista dello spettacolo, oltre che autore dei testi. Con lui sul palco Riccardo Di Marzo.

Jonathan Canini si attesta tra i legittimi eredi della grande tradizione comica toscana, quella di programmi tv come Vernice Fresca e Aria Fresca, di mattatori quali Benvenuti e Nuti, Pieraccioni e Panariello, passando per Ruffini e Ceccherini. Inevitabile che a dare una mano abbiano contribuito molto, anzi, moltissimo, il web, e soprattutto i social network. Ma la forza di Jonathan Canini, sin dai primi passi, è stata quella cercare il contatto diretto col pubblico, sul palco, davanti a una platea in carne e ossa. Un successo che ha proiettato l’artista di Santa Maria a Monte anche al fuori dei confini del teatro e della comicità: a gennaio l’abbiamo visto in tv, su Sky Uno, in una puntata della serie “I delitti del Barlume”.

Classe 1994, Jonathan Canini si è avvicinato al mondo dello spettacolo quasi per gioco, creando il gruppo comico “I Piccioni spennati” – vincitore del concorso “Valdera’s Got Talent”. Quindi due film autoprodotti, “Oh quanta fila c’era” e “Santa Maria a Monte: un giornalista di troppo”, i cliccatissimi video pubblicati sul web – dove è seguito da 150.000 fan – e gli spettacoli nei teatri. Ai microfoni di Radio Toscana ci ha dato qualche anticipazione ed ha confessato anche…un grosso difetto…

Open chat
Powered by