26/10/2020 17:03

Paolo Mangini, presidente Comitato Regionale Toscano della Lega Dilettanti, è intervenuto durante Artemio per cercare di fare chiarezza sulle attività consentite dopo l’ultimo Dpcm.

“C’è stato un provvedimento del Governo che sospende l’attività fino al 24 novembre – ha spiegato Mangini – la confusione come i decreti degli ultimi tempi si è registrata in ciò che è stato scritto. Alcune frasi dal punto di vista ‘sportivo’ significano una cosa e in termini burocratici un’altra.

L’interpretazione riguarda gli allenamenti: da quanto ha spiegato oggi il ministero dello Sport si può fare attività motoria o di base purché sia fatta all’aperto – non riguarda quindi sport come volley e basket – con distanziamento, quindi si può andare avanti con gli allenamenti individuali. La norma, ad oggi, è questa anche per i settori giovanili.

Questo decreto non prevede la presenza del pubblico, per la serie D è un gravissimo danno soprattutto a livello economico per le società perché non ci sono incassi dalla biglietteria.

Tante società hanno fatto sacrifici enormi per ripartire e ce la stavano facendo, perché dai numeri vedevamo che le squadre iscritte erano le stesse dello scorso anno. Un impegno quasi commovente che però non può finire così”.

Open chat
Powered by