21/08/2014 14:53

Una cooperativa sociale che fungeva da “paravento” per aggirare le normative e poter godere di vantaggi fiscali e di contribuzione è stata scoperta dalla Guardia di Finanza di Arezzo.

136 lavoratori totalmente al nero e 165 rapporti di lavoro irregolari sono stati individuati dalle fiamme gialle, insieme alla Direzione Territoriale del Lavoro: i responsabili di due società che operavano dietro il paravento della cooperativa sono stati denunciati e sono state elevate multe per oltre due milioni di euro.
Stando a quanto ricostruito le due imprese in questione, titolari di un noto marchio nel settore delle prestazioni socio-sanitarie, educative e di assistenza domiciliare, con sedi rispettivamente, ad Arezzo e nel Valdarno, procuravano personale incaricato dell’assistenza, sia domiciliare che ospedaliera, a persone anziane e/o disabili.