16/02/2021 13:51

Sorgerà a Quarrata entro l’estate il “ Giardino dell’abbraccio ”, dedicato a tutte le persone di Quarrata decedute a causa del Covid, ma anche a tutti quegli uomini e quelle donne che hanno sofferto a causa della pandemia. Ad annunciarlo è stato il sindaco Marco Mazzanti che ha voluto presentare il progetto alla presenza di alcuni parenti delle vittime quarratine del Covid.
L’area che accoglierà il giardino sarà il prato nei pressi del fontanello di Vignole, in via Palandra, posizionato tra l’istituto comprensivo Mario Nannini ed il campo sportivo Caramelli.

“ Tra venti, trenta, cinquanta anni –ha affermato il sindaco – quando le persone passeranno da questo giardino, probabilmente si chiederanno perché nel 2021 la comunità di Quarrata sentì l’esigenza di dedicare un’area ad un gesto così semplice come l’abbraccio. Approfondendo capiranno che ai nostri tempi, quelli della pandemia da Covid19, darsi un abbraccio non era così scontato. L’abbraccio al quale dedicheremo questa area è in primo luogo quello che la comunità di Quarrata vuole dare idealmente a tutti coloro che, in questo anno di pandemia, sono deceduti per il Covid; è anche l’abbraccio che i parenti di queste persone molto spesso non hanno potuto dare ai propri cari nel momento dell’addio . “ Abbraccio”, però, anche come messaggio di speranza per un futuro, che ci auguriamo imminente, nel quale sarà possibile tornare ad abbracciarci, perché vorrà dire che avremo sconfitto il Covid19”. Sentiamo proprio le parole del sindaco ai nostri microfoni:

L’area sarà completamente riqualificata e vi saranno poste nuove piante e nuovi arredi: l’obiettivo dell’Amministrazione è quello di trasformarla in un luogo di testimonianza e raccoglimento , ma anche di speranza e di rinascita; un luogo vissuto dai cittadini ed anche dai giovani che frequentano la scuola ed il campo sportivo limitrofi.