01/03/2021 11:21

Sui social network che utilizziamo ogni giorno: Facebook, Instagram, Twitter, WhatsApp, Snapchat ecc. “viaggiano” milioni e milioni di dati personali e immagini  una “miniera” che può essere attaccata da veri e propri professionisti criminali informatici. I cyber criminali stanno prendendo sempre più di mira i social media e sfruttando piccoli errori degli utenti si appropriano delle credenziali d’accesso oppure li infettano con malware attraverso messaggi. I dati possono essere quindi “rubati” e utilizzati in maniera negativa, per questo  dobbiamo proteggere la nostra vita e i nostri dati personali. La Polizia Postale e delle Comunicazioni è attiva da tempo e sempre in prima linea per dare consigli utili per tutelare la propria privacy.

Come proteggere l’account

Aumentare la sicurezza della nostra password che dovrà essere composta da numeri, lettere, simboli, maiuscole e minuscole c.d. password passphrase. È utile sapere che un cyber criminale attraverso un particolare software può decifrare in pochi secondi una password di semplice creazione

Impostare l’autenticazione a due fattori. Vuol dire che, il primo passaggio resta una password o un pin mentre il secondo solitamente è un SMS o un codice email da validare. Questo metodo ci può permettere di sapere se qualcuno sta tentando di usare i nostri account. La scelta dell’SMS è ancora più sicura perché si dovrebbe essere in possesso dello smartphone o del tablet. La doppia verifica può, da oggi, essere fatta con l’utilizzo delle impronte digitali o dell’iride.

È fortemente sconsigliato usare una password unica per accedere ai nostri profili social. Se dobbiamo utilizzare più password passphase possiamo utilizzare delle App per la loro gestione.

Molto importante è stare attenti agli attacchi di phishing che possono eludere l’autenticazione a due fattori, evitiamo perciò di cliccare su link e allegati presenti sulle nostre caselle di posta elettronica.

La fretta e la comodità che ci offrono i sistemi operativi, ci inducono a dimenticare che, spendere qualche minuto in più per accedere ai nostri profili social e non solo, può evitare spiacevoli inconvenienti. Dobbiamo ricordarci che una cosa molto utile è cambiare frequentemente la nostra password, controllare le ultime attività del nostro account, eliminare la sincronizzazione con app di terze parti. Se queste vengono attaccate anche le nostre credenziali saranno a rischio. Scaricare gli aggiornamenti che il software house rilascia periodicamente.

Posizione geografica

Spesso capita che, condividendo la nostra quotidianità sui social, ci dimentichiamo che stiamo condividendo il luogo dove siamo. Un’informazione utile per chi desidera sapere i nostri spostamenti. Se non è necessario, disattivare la funzione di geo localizzazione.

Privacy   

Ogni piattaforma social ha la sua privacy. Si possono aumentare o diminuire i lori livelli. Questo è possibile andando a consultare le impostazioni e scegliere quella più idonea ai nostri bisogni

È consigliabile utilizzare il proprio profilo in modalità privata e non renderlo pubblico esponendolo così agli attacchi esterni. Scegliere sempre ciò che si vuole rendere pubblico e che non può essere utilizzato da utenti infedeli. Scegliere e selezionare le persone con cui condividere le nostre informazioni.

Un altro aspetto importantissimo è l’utilizzo dei social da parte dei minori. Ormai i nostri ragazzi sono la fetta più grande del popolo dei social e sono, talvolta, coinvolti in episodi sgradevoli che danneggino la loro vita privata. Questo deve essere un monito per i loro genitori che devono monitorare l’utilizzo dei social e la loro navigazione in rete.

Infine ricordarsi che la rete può dare consigli utili. La Polizia Postale e delle Comunicazioni con le sue piattaforme: www.commissariatodips.it, Una vita da Social, sono una fonte inesauribile di consigli.