04/09/2014 08:42

Botte, minacce, vessazioni e umiliazioni di ogni genere nei confronti della nonna andate avanti per quasi un anno ma ieri per il nipote, pregiudicato di 23 anni per rapina e stupefacenti, si sono aperte le porte del carcere.

La vicenda è stata portata alla luce dalle indagini della squadra Mobile pisana che ha arrestato il giovane eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare in carcere disposta dal Gip.

Il giovane seviziava la nonna per ottenere continuamente denaro per acquistare la droga.
La nonna aveva iniziato a ospitarlo nella sua abitazione dopo essere stato cacciato via di casa dalla madre in seguito ai violenti litigi tra loro e ai suoi atteggiamenti pericolosi.

Ma la convivenza è durata poco e l’anziana ben presto è diventata la vittima delle sevizie del giovane.

Dopo che il nipote è arrivato a ferirla con un coltello da cucina l’anziana ha deciso di denunciarlo.  a.c.