31/03/2021 13:26

Sono tornati ad indossare il camice bianco. Lo avevano riposto nel cassetto dei ricordi al momento della pensione. Ora lo indossano di nuovo per le vaccinazioni dopo aver coperto negli ospedali specializzazioni e incarichi diversi: dalle direzioni degli ospedali a quelle di unità operative, dall’emergenza a medicina interna. Sono i medici pensionati che rientrano per dare il proprio contributo. “La campagna vaccinale – commenta il direttore generale, Antonio D’Urso – ha bisogno di tutti. Oggi più di ieri e domani più di oggi grazie alla crescente disponibilità di dosi. Questi medici confermano i valori che sono alla base del nostro lavoro: essere dalla parte delle persone e fare di tutto per tutelare la loro salute. In questo senso il camice bianco non viene mai chiuso definitivamente nel cassetto. La nostra è una vera comunità professionale legata soprattutto dalla condivisione di valori etici”.
La Asl ha raccolto una serie di testimonianze di questi professionisti, otto. Tra loro anche la dottoressa Anna Domenichelli che ai nostri microfoni ha spiegato il perchè della sua scelta, una scelta, per lei e per i suoi colleghi, normale: