06/05/2021 14:13

Si intitola The Walk of Peace ed è il dipinto di oltre 5 chilometri presentato dall’artista Dale per segnare la ripartenza dell’arte e della cultura in Italia dalla pandemia.

A seguito di un’attenta disamina dell’opera e della relativa documentazione, con l’arrivo della primavera inoltrata, è giunta anche la comunicazione ufficiale da parte della commissione del Guinness World Records che sancisce il nuovo record. The Walk of Peace con i suoi 5310 metri diviene l’opera d’arte più lunga del mondo per mano di un singolo artista ed entra nel prestigioso libro dei primati superando il record precedente di 3,3 Km realizzato negli USA.

Il progetto iniziato esattamente un anno fa, a metà Maggio 2020, giunge al suo pieno riconoscimento e si appresta a proseguire il suo viaggio espositivo nei principali luoghi di cultura in Italia e nel mondo.

Lo scorso 5 Settembre Dale aveva trasformato il lungomare della Versilia, da Forte dei Marmi a Massa, in una gigantesca opera d’arte: un susseguirsi di oltre cinque chilometri di arcobaleni dipinti su tela in un duplice messaggio, di speranza verso il futuro e di ripartenza del mondo dell’arte e della cultura.

Le complesse sfide legate alla pandemia hanno spinto anche l’arte e la cultura a rivedere le proprie modalità d’azione; l’opera nasce, quindi, come un’esperienza tangibile di speranza verso il futuro attraverso i colori della pace. Il tema è rappresentato attraverso cinquantadue arcobaleni che si susseguono unendo la semplicità delle riproduzioni ad un ventaglio eterogeneo di tematiche quali: pace e speranza, empatia e diversità, sostenibilità ambientale e fiducia verso il futuro.

“L’arcobaleno, ci lascia sempre quella sensazione piacevole di meraviglia e stupore – racconta Dale – stupore e leggerezza che popolano l’opera attraverso delle leggiadre farfalle che volteggiano tra prati e oceani di colore.”

La progettazione e la realizzazione dell’opera hanno richiesto cinque mesi di lavoro, ultimato grazie al prezioso contributo di aziende provenienti da tutta Italia, che hanno sposato il progetto insieme alla Regione Toscana e ai Comuni di Forte dei Marmi, Montignoso e Massa.

L’esposizione è stata promossa dall’Associazione I Colori per la Pace, progetto di propedeutica alla pace nel mondo, che raccoglie i disegni di bambini, provenienti da 137 nazioni di 5 continenti, sul tema della pace.

Importanti i contributi anche dal mondo dello sport, Gigi Buffon, padrino dell’evento, ha espresso grande sostegno all’iniziativa dell’artista rafforzando il messaggio di vigore e positività dell’opera.

Apripista delle procedure di misurazione è stata la squadra campione d’Italia di hockey di Forte dei Marmi, che ha percorso gli oltre 5 Km alternando una staffetta tra i giocatori impugnando la fiaccola della Pace, donata dall’Associazione per la pace PeaceRun.

Alle ore 15.30 la giuria delegata del Guinness World Records formata dall’Architetto Luca Martini, dal Direttore dell’Accademia delle Belle Arti di Carrara, Luciano Massari e da Anna Provenza ha mosso i primi passi per percorrere l’opera e misurarne la lunghezza muniti di rotella metrica. 5.310 metri, questo il verdetto finale della giuria.

Conclusa l’esposizione l’opera ha poi raggiunto il Colosseo, dove è stata installata come simbolo della Giornata Internazionale della Pace e la Fortezza Firmafede di Sarzana, dove, distesa sulle mura la cascata di arcobaleni si è guadagnata l’ulteriore record di installazione più lunga al mondo su un edificio fortificato. Prossima tappa il Castello di Oliveto a Castelfiorentino e poi i luoghi del centro e sud Italia.

The Walk of Peace con il suo messaggio di speranza e ripartenza della cultura entra così ufficialmente nel Guinness dei Primati come l’opera d’arte più lunga del mondo realizzata da un artista.

Noi abbiamo intervistato l’artista: