11/09/2014 19:30

La polizia municipale di Prato ha sequestrato ieri sera un capannone di una ditta di pronto moda condotta da cittadini cinesi. Il controllo è scattato ieri sera in collaborazione con il nucleo carabinieri dell’Ispettorato del lavoro e con i tecnici della Asl competenti in sicurezza sul lavoro. Lo stabile si trova nello stesso cortile su cui si affaccia un altro magazzino sequestrato alcuni giorni fa. Le violazioni in materia edilizia, vista la presenza di una struttura divisa in nove vani adibiti a dormitorio ed una cucina con fuochi a fiamma libera alimentati con bombole di gpl, sono molto gravi.
Nel magazzino erano assenti i dispositivi antincendio e non erano rispettate le norme in materia antinfortunistica.