25/05/2021 09:34

Ospite questa mattina a Radio Toscana l’assessore regionale al Turismo, Leonardo Marras. Questi alcuni dei passaggi della lunga intervista, intervallata anche dalle domande degli ascoltatori:

Previsioni di 4milioni di turisti in estate-Diffido sempre dalle previsioni prima della stagione, effettivamente l’indagine demoscopica ci dice che la Toscana sembra essere una delle mete più ambite degli italiani. La scelta viene fatta anche in base alla sensazione di sicurezza. Ma anche per la volontà di rigenerarsi e ritrovare se stessi, anche per sfuggire dall’angoscia di questi mesi e in questo senso la Toscana è perfetta. Anche i dati in nostro possesso ci dimostrano che tanti interessi, che magari ancora non sono diventati prenotazioni, arrivano ad esempio dal Nord Europa. Se questi numeri davvero si verificassero, anche nelle città d’arte potrebbero tornare presenze anche in modo significativo.

Green Pass – Anche noi stiamo aspettando di avere alcune disposizioni in più sul ruolo specifico della Regione. Si può dire che esiste la possibilità di avere il proprio passaporto che indica guarigione o somministrazione di un vaccino. Bisogna tener conto che le riaperture di questi giorni sono definitive, non si chiuderà più e quindi sarà necessario gestire eventuali ricadute. Sicuramente saranno necessari o vaccino o tampone

La Toscana per i toscani – Non deve essere un ripiego ma una vera scelta: dobbiamo capire che ci sono luoghi da scoprire che magari non conosciamo

La montagna- Abbiamo presentato una campagna promozionale importante anche per l’investimento economico come non avveniva da anni ma c’era il bisogno di aggiornarsi. L’idea non è solo quella di andare nei borghi ma di viverli. E’ una richiesta che arriva soprattutto dai giovani nord europei

Le città d’arte – Partiamo dal presupposto che sono quelle che hanno sofferto anche più della montagna. Noi abbiamo scelto di promuovere anche alcune delle nostre città d’arte, a partire da Firenze. La possiamo vedere oggi come la non si è mai vista. Io non credo che all’improvviso si potrà però cambiare l’offerta turistica: dobbiamo pensare a poterla proporre in maniera più aperta, attraverso una fruizione più semplice

Costi – Vi invito ad andare su www.visittuscany.com perché lì ci sono offerte specifiche, tanti operatori hanno aderito alla nostra proposta ed hanno scelto promozioni ad hoc. E’ vero che la Toscana ha costi diversi rispetto ad altre realtà italiane e che spesso punta ad un target altospendente ma adesso soluzioni e proposte diverse ci sono

 

Questa l’intervista integrale: