26/10/2021 14:27

«Un giorno una mamma è tornata da me e mi ha detto: “Hai visto? È andato tutto bene, come dicevi tu”. Io ho alzato lo sguardo dal panino che stavo facendo e ho visto suo figlio, in piedi, in salute, sorridente. Quella madre era stata in ansia per giorni, in una spola continua con il Meyer, dove era ricoverato suo figlio. Tra lui e il resto del mondo, c’ero io a prepararle qualcosa da mangiare per sostenere le lunghe attese, e a tentare di confortarla come meglio potevo».

Nicola Spinelli ha 49 anni. A settembre dell’anno scorso, quando la seconda ondata di pandemia sembrava solo un’ipotesi distante, ha preso in gestione il chiosco sul viale Pieraccini, all’uscita del parcheggio dell’ospedale pediatrico. Abbiamo scoperto la sua storia attraverso Storie di Firenze e ce la siamo fatta raccontare:

Open chat
Powered by