27/01/2022 08:30

La storia di Simone, 23 anni, morto da solo in un ospedale fiorentino senza che la famiglia potesse assisterlo, si unisce purtroppo a quella di tante altre persone che durante la pandemia se ne sono andate senza il conforto dei propri cari. Questo a causa delle regole che, tranne per alcune deroghe, escludono in questo periodo la possibilità di visite per evitare contagi. Sono vicende che fanno riflettere in generale sull’umanità delle cure e l’importanza della relazione fra paziente, medici e familiari. Ne abbiamo parlato con Guido Miccinesi, medico, incaricato della pastorale sanitaria della Conferenza episcopale toscana:

Open chat
Powered by