12/12/2014 16:19

14 tifosi della Dinamo Minsk sono stati arrestati dopo gli scontri con la polizia avvenuti ieri sera a Firenze, nella zona di viale Lavagnini, mentre per altri 46 è scattata la denuncia.

Tra i reati contestati resistenza e violenza a pubblico ufficiale, lancio di oggetti pericolosi ed esplosione di petardi, apologia del fascismo, travisamento e possesso di oggetti atti a offendere.
Alcuni agenti di polizia sono rimasti lievemente contusi a seguito dei disordini. Nei confronti di tutti i denunciati la questura ha emesso anche un daspo internazionale. Lo stesso provvedimento, spiega la polizia, sarà notificato nelle prossime ore agli arrestati.
Secondo gli investigatori i tifosi coinvolti negli scontri costituiscono un gruppo neonazista organizzato, arrivato a Firenze eludendo tutti i controlli internazionali. “Siamo di fronte a un gruppo arrivato a Firenze via terra, portandosi dietro attrezzi per fare del male” ha detto il questore Raffaele Micillo. Secondo la ricostruzione della polizia, la maggior parte dei tifosi è arrivata in Italia con un pullman. Hanno passato la notte in ostello nella zona di viale Lavagnini, eseguendo prenotazioni singole per sfuggire ai controlli.

I tifosi bielorussi si erano rifiutati di salire sui bus navetta per raggiungere lo stadio Franchi, da lì erano partiti gli scontri con la polizia.