19/12/2014 18:04

Annullamento senza rinvio dell’ ordinanza perché le dichiarazioni di ricusazione sono inammissibili.

È quanto disposto dalla Cassazione stamani accogliendo il ricorso della procura generale di Firenze che impugnava la ricusazione del giudice Marco Bouchard, presidente del collegio nel processo sul caso del “Forteto”.

Nell’ordinanza del 25 luglio la corte d’appello di Firenze aveva accolto la ricusazione del giudice presentata dai difensori del principale imputato, Rodolfo Fiesoli, accusato di violenza sessuale e maltrattamenti, nel processo che vede imputate anche altre 22 persone, per il presunto “tono anticipatore del giudizio” nelle domande del presidente Bouchard. Una richiesta che la Cassazione ha dunque giudicato inammissibile.