23/12/2014 09:19

E’ proseguita anche stanotte l’occupazione di alcuni locali della Provincia di Firenze da parte dei dipendenti che protestano contro i tagli al personale previsti nell’ambito della riforma Delrio.

Restano occupate anche le sedi delle Province Massa Carrara, Grosseto, Arezzo e Pisa.

Ieri sera i lavoratori hanno incontrato in Regione il governatore della Toscana Enrico Rossi.

“A Rossi chiediamo come si risolve questa questione – ha spiegato Giuseppe Aloi della Rsu – visto che dopo l’approvazione della finanziaria da parte del Governo il tema passerà in capo alle Regioni. Le Regioni dovranno decidere di quali funzioni delle Province prenderanno in carico”.

Secondo il delegato si prospetta una battaglia “di lunga lena che potrebbe durare anche uno o due anni e per questo dovremo trovare delle forme di lotta adatte. Naturalmente pretenderemo che le cose si risolvano presto, entro i primi tre mesi del 2015. Vogliamo risposte chiare dalla Regione”.

Stamani sono in programma presidi dei lavoratori davanti alle prefetture di tutta Italia.

Secondo sindacati sono a rischio non solo i posti di lavoro, ma anche numerosi servizi essenziali al cittadino, in primis la Protezione civile e la manutenzione di scuole e strade.   a.c.